IL COINVOLGIMENTO DELLA CITTADINANZA ATTIVA

I valori, le molteplici attività organizzate e la progettualità in atto hanno bisogno del coinvolgimento della cittadinanza attiva, di uomini e donne disposti ad impegnarsi con passione, professionalità e costanza: la base volontaria della partecipazione evidenzia, in più di due decenni sui sentieri del mondo, la capacità di Trekking Italia di coinvolgere la cittadinanza attiva verso gli obiettivi definiti e nella ricerca di ulteriori bisogni che possano essere appagati con il camminare sui sentieri. L'organigramma è la semplificazione di un "popolo che cammina", così lo definì il Corriere della Sera in un articolo dedicato alla nostra Associazione, per reagire ad una cultura che esclude il camminare sulla terra come forma di conoscenza, che brucia con la velocità le infinite possibilità di esperienza che si inanellano tra i tornanti di un sentiero nel bosco, su un tratturo che unisce due campanili.

Trekking Italia vive grazie al volontariato, riconoscendo e valorizzandone il contributo. Tuttavia, con l'incremento della programmazione e delle attività legate alla promozione, riconosce anche l'apporto minoritario del lavoro retribuito impegnato nelle sedi operative, così come per l'accompagnamento dei nostri gruppi sui sentieri. Per poter irradiare sul territorio nazionale le sue finalità e per portare a termine nella maniera più efficiente i suoi obiettivi, è stata necessaria la progressiva strutturazione dell'Associazione con Sedi Regionali e Referenti Territoriali.

I NOSTRI ORGANISMI

La vita dell’Associazione si esprime e si sviluppa, come prevede lo Statuto e il Regolamento, a livello nazionale e locale. A livello nazionale principalmente attraverso l’Assemblea dei Delegati, il Presidente e il Vice Presidente, il Consiglio Esecutivo Nazionale, il Collegio deiRevisori. Questi organi sono affiancati da “Aree di Attività” per l’elaborazione di analisi e proposte in tema di organizzazione e formazione, strategie di sviluppo, amministrazione e controllo, comunicazione, attività caratteristiche (i trek) e Trek Scuola. A livello locale, la sezione rappresenta l’articolazione territoriale dell’Associazione in termini di governo e auto-governo, eleggendo il proprio direttivo e coordinatore ed i propri rappresentanti nell’assemblea nazionale. È anche l’ambito di competenza per la programmazione e organizzazione dei trek giornalieri e week-end, nonché dei grandi trek in Italia e all’estero, che vengono poi calendarizzati e coordinati a livello nazionale.

CONSIGLIO DIRETTIVO

Alberto ROMANELLI  (coordinatore)

Nicola MASTRANGELO          Gianluca PIPPO                       Mariapina CAIZZI

Paola COLO'                                   Daniela DE SANCTIS            Leonardo PUCCI

DELEGATI ASSEMBLEA NAZIONALE

Mariapina Caizzi                      Paola Colò                              Nicola Mastrangelo

Antonello Mori                         Anna Padovan                      Massimiliano Pagano

Gianluca Pippo                         Alberto Romanelli              Monica Torchio

  • Riserve

Alessandra Vecchioni

Sabina Bonini

Daniela De Sanctis