Trek Detail Trek Detail

Diventa socio

Prima di poter partecipare ad un trek devi sottoscrivere l'associazione a Trekking Italia.

Prosegui

Diventa socio

Non sei socio per l'anno di partenza del trek da te scelto.
Prima di poter partecipare al trek devi sottoscrivere l'associazione a Trekking Italia per l'anno di riferimento.

Prosegui

Colori d'autunno tra boschi e vette di Alpago e Cansiglio

Partenza:
18.10.2018

Trek in una delle più importanti foreste delle Prealpi Venete, quella del Cansiglio, la celebrata 'Foresta da Remi' della Serenissima Repubblica di Venezia. Ma cime e alpeggi del vicino Alpago non saranno da meno.

  • Località Italia (Europa)
  • Formato Grande Trek
  • Durata 4
  • Voto medio
  • Tipologia Residenziale
  • Categoria Trek residenziali
  • Livello difficoltà Medio
  • Sezione organizzatrice Triveneto

Quota di partecipazione

da € 265,00 a € 280,00*
* leggi le note sulla composizione della quota

Note sulla composizione della quota

La quota base di euro 265 è definita per un numero di 7 o più partecipanti, mentre per 5/6 partecipanti la quota sale a euro 280. Sotto i 5 partecipanti si deciderà se far partire ugualmente il trek e con una quota ulteriormente maggiorata a copertura dei costi fissi. La quota comprende la mezza pensione (bevande escluse), l'ingresso a due musei (ecologico ed etnografico), l'assicurazione associativa, accompagnamento Trekking Italia e materiale informativo/cartina; non comprende il viaggio a/r, i trasferimenti durante il trek (se possibile con auto dei partecipanti o altrimenti con mezzi noleggiati, costo presunto compreso tra 50,00 e 70,00 euro), i pranzi e quanto non specificato ne "la quota comprende". Supplemento camera singola 15,00 euro a notte. ISCRIZIONE: E' possibile iscriversi telefonando in sede o inviando una mail (e aspettando una mail di conferma). L'iscrizione è valida al momento del versamento di un acconto pari a 65,00 euro. I pagamenti possono essere effettuati: - in sede; - o a mezzo bonifico bancario su Banca Prossima IBAN IT38L0335901600100000155086 intestato a Trekking Italia sede di Venezia, indicando nella causale il nome del trek scelto e inviando mail di conferma dell'avvenuto pagamento. Si prega di versare il saldo 20 giorni prima della partenza. Per partecipare è necessario essere soci Trekking Italia. L'iscrizione prevede il versamento della quota annuale di euro 20,00 e dovrà essere contestuale al versamento dell'acconto del GT; si effettua con le medesime modalità comunicando alla Sede per telefono o email i relativi dati anagrafici; questa si intende confermata solo al momento del ricevimento in Sede della mail di conferma dell'avvenuto pagamento. RINUNCIA DEL SOCIO: In caso di disdetta non tempestiva, il socio perde la quota pro-capite eventualmente già versata alla sede per prenotazioni o acconti del trek (treno, aereo, albergo, ecc.) e le spese organizzative già sostenute dall'Associazione. Per i trek di più giorni la disdetta deve essere scritta. Il socio che receda 20 giorni prima della partenza perde l'acconto (normalmente pari al 25%) già versato; in ipotesi di recesso sino a 8 giorni prima della partenza perde il 50% della quota del trek; il socio che receda da 8 giorni sino al giorno prima saranno addebitati il 75% del costo; 100% dopo tali termini. Il giorno della partenza è sempre escluso; il giorno dell'annullamento è sempre compreso. Nel caso la rinuncia venisse comunicata, indipendentemente dai termini sopra indicati, dopo il pagamento di servizi e trasporti non più rimborsabili, i costi degli stessi verranno integralmente addebitati, mentre rimangono valide le percentuali di cui sopra per la restante quota di partecipazione. L'Associazione, pur attenendosi a quanto previsto in caso di disdetta o rinuncia non tempestiva da parte di un socio iscritto ad una escursione, da essa promossa, avrà cura di favorire il socio restituendogli quanto, eventualmente, non preteso dai fornitori per il viaggio e per il soggiorno non effettuati.
  • Stato del trek In partenza
  • Data chiusura iscrizioni 06.09.2018
  • N. massimo partecipanti 25
  • Anticipo quota € 60,00
  • Saldo quota variable € 205,00
  • Modalità pagamento anticipo bonifico,sede
  • Modalità pagamento saldo bonifico,sede
  • Sviluppo percorso Stella
  • Vettori Auto Propria, Treno
  • Pernottamento Agriturismo
  • Tappa media 5:03 h
  • Lunghezza totale 0 km
  • Altitudine massima 2030 m s.l.m.
  • Dislivello salita max 800 m
  • Dislivello discesa max 800 m

Descrizione

Il trek fa base nella conca del Cansiglio, una grande depressione di origine carsica su base calcarea, circondata da maestose e secolari faggete che la contornano alle quote più alte (il Cansiglio è oggi Foresta Demaniale). Conca più ampia, quasi un anfiteatro rivolto ad ovest è anche l'Alpago, disseminato di paesi e contrade, tanto il Cansiglio è in assenza di insediamenti stabili, se non quelli storici, ancora rintracciabili, delle popolazioni cimbre che lo raggiunsero trecento anni or sono. Cansiglio e Alpago insieme nell'autunno in cui ci si troverà, si accendono di colori incredibili, dal rosso al bruno al rame: è il foliage, che diventa un'esperienza nell'esperienza.

I trek proposti sono selezionati, con variazioni di difficoltà, a partire per 360° dalla sede di pernottamento al centro della conca cansigliana. Ci si eleva sui bordi orientali più rilevati, la più severa Catena Col Nudo-Cavallo, su quelli più dolci occidentali più bassi e ondulati e infine per l'Alpago scendendo su ampi, ameni e insospettabili dossi prativi. Il tutto aperto a panorami notevoli che spaziano dalla pianura veneta verso sud alla Valbelluna a occidente fino alle Dolomiti maggiori a settentrione. Se fortunati si può fare conoscenza con il re della fauna di questi luoghi, il cervo, che avrà appena concluso la stagione amorosa, segnalata dal suo barrito inconfondibile. L'interesse etnografico è relativo, in particolare, alla già citata presenza cimbra.

Informazioni sul viaggio

  • Andata
  • Per chi si muove in treno ritrovo alla stazione di Conegliano alle 10,30 ed ugualmente per chi viene con l'auto, che potrà essere parcheggiata nelle vicinanze.
  • Ritorno
  • Il gruppo si scioglie intorno alle 15 alla stazione ferroviaria di Ponte nelle Alpi, laddove si potranno prendere i treni sia per Venezia, sia per Padova (dove cambiando si possono prendere i treni per le direttrici di Milano-Torino e di Bologna-Firenze con potenziali arrivi entro la serata in queste città); chi viaggia in auto potrà ugualmente prendere il treno e rientrare a Conegliano e riprendere l'auto ivi parcheggiata alla partenza del trek.

Equipaggiamento consigliato

  • Bastoni telescopici
  • Borraccia da 1 litro
  • Borsa con abbigliamento per il necessario al soggiorno
  • Calze da trekking
  • Cappello parasole
  • Comodo pantalone lungo
  • Coprizaino
  • Crema protettiva
  • Ghette
  • Giacca in materiale traspirante ed impermeabile
  • Guanti e cappello in lana o pile
  • Magliette tecniche e intimo
  • Mantella antipioggia
  • Medicinali personali
  • Necessario per la toilette
  • Occhiali da sole
  • Pantaloni in materiale traspirante ed impermeabile
  • Patente di guida
  • Scarpe per il viaggio
  • Scarponi
  • Strato termico (1 o più pile o altro)
  • Tessera CAI o altre utili
  • Tessera di Trekking Italia
  • Tessera sanitaria (E-111)
  • Zaino giornaliero da 20 - 25 litri
  • Carta d'identità

Clima a temperatura

Clima e temperature sono quelli tipici dell'ambiente montano in autunno a quote comprese tra i 1000 e i 2000 m.

Note su sanità

Nessun trattamento sanitario preventivo è richiesto e non ci sono accortezze particolari cui attenersi. Ogni socio provveda agli eventuali medicinali di uso personale.

I partecipanti provvedano inoltre ad una cura preventiva dei piedi e ad abituarli agli scarponi.

Note

Si consiglia abbigliamento che privilegi la difesa dal freddo (l'escursione del terzo giorno ci porterà poco oltre i 2000 metri, che in ottobre può corrispondere ai 3000 in agosto), comunque con vestizione a strati (a "cipolla"), in modo di potersi adeguare lungo il percorso alle escursioni termiche e assecondare l'impegno del camminare. Irrinunciabili e senza alternative scarpe a caviglia alta e con suola antisdrucciolo (tipo "vibram"). Il fondo di tutto il territorio, spesso costituito da argille, può essere molto fangoso e scivoloso non solo in caso di pioggia, ma anche 4-5 giorni dopo l'ultima pioggia. Può essere utile avere allora delle ghette per proteggersi e i bastoncini diventano fondamentali (sono comunque sempre utili). La difficoltà del percorso che in generale non è elevata, può relativamente aumentare in caso di fango che rende scivolosa e infida una discesa o anche un costeggiamento diversamente normali.

Il programma delle escursioni può subire delle modifiche dovute alla situazione meteorologica o ad altri eventi imprevedibili. L'Associazione non è responsabile di variazioni e ritardi dei vettori durante il viaggio.

Programma giornaliero

Pian Cansiglio - PIan Cansiglio

Giornata di trek

  • Partenza Pian Cansiglio 1028 m s.l.m.
  • Arrivo PIan Cansiglio 1021 m s.l.m.
  • Tempo cammino 03:30
  • Lunghezza 0 km
  • Dislivello salita 150 m
  • Dislivello discesa 150 m
  • Altitudine massima 1050 m

DESCRIZIONE TAPPA

Dalla stazione ferroviaria di Conegliano, punto d'incontro del gruppo, ci si sposta con pulmino fino al Pian Cansiglio. Si comincia quindi l'itinerario dalla piana, facendolo precedere dalla visita al museo-centro di ecologia "Zanardo" (m 1021) nel quale si acquisiranno le principali informazioni su tutto l'ambiente. Si comincerà quindi con andamento in falsopiano entrando nel bosco, qui di aghifoglie, verso ovest e con rotazione in senso orario si raggiungerà pian Osteria (m 1000), località nella quale si completeranno le informazioni nel locale Museo Etnografico. Di lì con una rotazione del percorso verso sud prima in spazi aperti prativi e poi di nuovo in bosco, in prevalenza di abeti rossi, e ancora in falso piano per qualche chilometro, si arriva al Bus de la Lum, la più famosa tra le cavità carsiche dell'altopiano, anche legata alle vicende della seconda guerra mondiale. Si esce quindi dal bosco e per dolci pianori a pascolo si raggiunge l'agriturismo. Si sarà trattato dunque di una sgambata senza difficoltà su comode strade e per prendere contatto con il territorio.

- pranzo con propri viveri

Cena in agriturismo.

ITINERARIO

Pian Cansiglio, pian Osteria, Bus de la Lum, Pian Cansiglio

Pian Cansiglio - Pian Cansiglio

Giornata di trek

  • Partenza Pian Cansiglio 1028 m s.l.m.
  • Arrivo Pian Cansiglio 1028 m s.l.m.
  • Tempo cammino 06:30
  • Lunghezza 0 km
  • Dislivello salita 750 m
  • Dislivello discesa 750 m
  • Altitudine massima 1350 m

DESCRIZIONE TAPPA

Colazione.

Si parte a piedi dall'agriturismo (m 1028) e rimanendo nella conca prativa e a pascolo si raggiunge in falsopiano la località Vallorch dove si trova, per quanto con un rifacimento conservativo integrale, uno dei villaggi cimbri dell'altopiano. Ci si inoltra quindi nel bosco, qui già di faggio, l'albero dominatore del Cansiglio, acceso nei colori autunnali. La strada è sempre in moderata pendenza e sfrutta l'impluvio del Vallone di Vallorch, l'unico vero scolo erosivo di tutto il territorio (le zone carsiche, come si sa, scarseggiano di idrografia superficiale). Prima di immettersi nella "strada del Taffarel", una carrareccia bianca che come un anello cinge la conca in mezzacosta per tutto il suo perimetro, il sentiero di salita si fa un po' più aspro e procede tra rocce e roccette, scivoloso se piove o ha piovuto da poco. Si percorre poi più facilmente un tratto della citata "strada del Taffarel" e la si lascia per salire sui prati di pascolo sommitali, confermati dalla presenza di alcune casere. Ci si trova qui sul ciglio del lungo allineamento montuoso che limita ad ovest il Cansiglio e che culmina sulla cima del Millifret (m 1581). 1300 metri più in basso, a picco verso ovest, c'è il solco glaciale modellato ad U della Val Lapisina con il Lago Morto. Il sentiero prosegue dunque a mezzacosta tra saliscendi, tra bosco e radure, alternando faggeta pura a faggeta mista ad abete e con qualche tratto di pecceta (il peccio è il nome scientifico dell'abete rosso). Si giunge così su un ampio e panoramicissimo (sulle Dolomiti e sui Monti dell'Alpago) avamposto prativo dove si trova una casera attiva, Casera Prese. Poco più in là la cima del Monte Costa (m 1375) in vista dei poco più bassi pianori prativi di Mezzomiglio. Con andamento orario si piega quindi verso est e si comincia a scendere nel bosco. Discesa abbastanza ripida, ancora a tratti tra roccette calcaree ricoperte di muschi e viscide, così come fangoso potrà essere il terreno se la pioggia è recente. Si raggiunge così la conca e per gli ormai consueti prati si raggiunge l'agriturismo (m 1028).

- pranzo con propri viveri

Cena in agriturismo.

ITINERARIO

Pian Cansiglio, Vallorch, Casera Prese, Pian Cansiglio

Colindes, Malga Pian de le Lastre - Colindes, Malga Pian de le Lastre

Giornata di trek

  • Partenza Colindes, Malga Pian de le Lastre 1275 m s.l.m.
  • Arrivo Colindes, Malga Pian de le Lastre 1275 m s.l.m.
  • Tempo cammino 06:30
  • Lunghezza 0 km
  • Dislivello salita 800 m
  • Dislivello discesa 800 m
  • Altitudine massima 2030 m

DESCRIZIONE TAPPA

Colazione.

Partenza in pulmino per la località Colindes. Il trek parte da Malga Pian de le Lastre (m 1275) e inizialmente procede in direzione sudest, in ambiente aperto tipicamente di pascolo montano brado facente capo a questa e ad altre malghe. Dopo qualche centinaio di metri in modo netto si entra nel bosco di faggi e il brusco passaggio è dovuto al fatto che coincide con l'entrata nella Foresta Demaniale. Si sale dunque con andamento moderato su ampia traccia, solo a volte confusa dalla caduta delle foglie al suolo con relativa scivolosità se c'è acqua. Si esce quindi nella conca prativa della Casera Palantina, ora rudere così come anche l'attività di pascolo qui è residuale. Dalla casera ci si alza abbastanza bruscamente su di un'alta costa erbosa con un sentiero improvvisamente ripido, per poi disporsi di nuovo in costeggiamento con il monte alla propria destra. Questo tratto si dimostra un po' impervio, con un sentiero affilato e traccia debole, con qualche punto leggermente esposto sulla destra ma senza veri pericoli ed è comunque breve. Si giunge in una vasta conca sotto il Cimon di Palantina, che come pala appuntita e piramidale si erge alla destra del percorso (oltre, un po' più alta, la Cima del Cavallo). Attraversata la conca, ci si erge rapidamente con facili serpentine per disporsi infine in costeggiamento sotto Il Monte Castellat fino al rifugio Semenza, dove si fa la meritata sosta. Poco oltre si è in Forcella Laste (m 2030), "vetta" del trek. Si scende quindi per un pendio ripido e roccioso che può essere reso più complicato solo dalla pioggia, perché comunque la traccia si fa strada tra i massi. Dopo il tratto ripido il percorso si adagia più comodamente tra ghiaie sulla Val Spelonga che si percorre per intero sul solco dell'impluvio, proseguendo per la successiva Val Salatis. Le due valli, più fredde perché esposte a nord, sono luoghi di natura selvaggia e ancora incontaminata, con roccette detritiche e mugaie pioniere. Nell'ultimo tratto della valle ci si stacca dal sentiero alla propria sinistra per un altro (m 1400), che si dirige in costeggiamento e lungamente sotto il Massiccio del Monte Guslon fino a raggiungere Malga Pian de le Lastre (m 1275) da cui si era partiti.

- pranzo con propri viveri

Cena in agriturismo.

ITINERARIO

Malga Pian de le Lastre, Casera Palantina, Forcella Laste, Malga Pian de le Lastre

Lamosano - Borsoi

Giornata di trek

  • Partenza Lamosano 580 m s.l.m.
  • Arrivo Borsoi 701 m s.l.m.
  • Tempo cammino 03:45
  • Lunghezza 0 km
  • Dislivello salita 650 m
  • Dislivello discesa 700 m
  • Altitudine massima 0 m

DESCRIZIONE TAPPA

Colazione.

Partenza con pulmino e con bagagli al seguito per la località Lamosano in Alpago. Il trek infatti, con un andamento a ferro di cavallo o se si vuole a U, compie una rotazione di 180° in senso antiorario, passando dal medio basso Alpago al medio alto e ritornando nel medio basso. Si tratta di una presa di contatto delle caratteristiche di questo territorio. Dalla borgata di Lamosano (m 580) si sale ad Alpaos (m 640), camminando sul ciglio del torrente Tesa, il corso d'acqua su cui a raggera convogliano tutti gli affluenti del territorio e che a sua volta convoglia le acque nel Lago di Santa Croce. Da qui si raggiunge un'altra borgata, San Martino (m 870), tra praterie ancora aperte e punteggiate da alberi da frutta rinselvatichiti e macchie boschive più fitte che stanno chiudendo un territorio un tempo tutto coltivato ed ora in stato di crescente abbandono. Si attraversa poi la frana del torrente Tessina, una larga colata di ghiaie e di terra che lentamente scivola verso il basso e che nel passato ha creato non pochi problemi alle borgate attorno. Si sale quindi alla borgata Tamera (m 914) con case tradizionali. Si entra poi in un bosco più fitto, in prevalenza a faggio, alternato a radure, fino a disporsi in costeggiamento sotto l'unghia dei bastioni montuosi dell'alto Alpago (Monte Messer) fino a raggiungere Casera Cate (m 1022), una malga ancora attiva. Da qui si comincia a scendere, prima ancora in bosco e poi in spazi sempre più aperti, fino a raggiungere una vasta prateria in località San Daniele (m 862), una sorta di avamposto che separa due sezioni dell'Alpago, quella più settentrionale da una parte, sulla destra scendendo, e quella meridionale dall'altra. E' un ampio e ameno pulpito che richiama alla memoria quello che doveva essere ancora ottant'anni or sono il paesaggio di tutto l'Alpago, prima che l'abbandono delle coltivazioni favorisse la 'chiusura' da parte del bosco, qui testimoniato da faggete molto più giovani di quelle del vicino Cansiglio. Restano spazi come questi, solitamente a sfalcio per un allevamento ovino che ancora resiste e che anzi ha conosciuto un rilancio con la pecora "Alpagotta". Da qui, rientrando brevemente in una boscaglia più fitta, si ridiscende a Borsoi (m 701), dove si conclude il trek.

Con transfer in pulmino si raggiunge la stazione ferroviaria di Ponte nelle Alpi dove il gruppo si scioglie.

- pranzo con propri viveri

ITINERARIO

Lamosano, Alpaos, S. Martino, Tamera, Casera Cate, S. Daniele, Borsoi

itinerario

M.te Pizzoc, M.te Millifret, Casera Palantina, Rif. Semenza, Alpago centrale.

torna su

Trek Live

Scopri i trek che si stanno svolgendo in questo momento

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Per visualizzare questo tipo di trek devi scegliere una sezione

Login Login

Per visualizzare questo contenuto devi effettuare l'accesso

Registrati

Trek aggiunto alla tua wishlist.

Vai alla Wishlist

Trek rimosso dalla tua wishlist.

Vai alla Wishlist

Condividi il Trek con un amico!

Email inviata Correttamente!

Errore nell'invio dell'email!

Invia

Trek aggiunto alla tua wishlist.

Per pubblicare immagini devi accettare la nostra policy

Prosegui

Condividi questo trek via mail

Sentieri innevati nel parco puez-odle
Invia

Richiedi informazioni su questo trek

Invia

Richiesta effettuata

Mi interessa! Tienimi informato


Annulla Invia

Mi interessa! Probabilmente parteciperò

Questo trek è di tuo gradimento? Sei intenzionato a partecipare ma non sei ancora pronto per iscriverti subito? Attraverso questo form puoi farci sapere che ci stai pensando...

Non ti possiamo tuttavia tenere riservato il posto!
I posti rimangono totalmente disponibili agli utenti che procedono con l'iscrizione (online o presso la nostra sede).
Potremo però utilizzare la tua segnalazione per ricordarti il trek o ricontattarti prima della chiusura delle iscrizioni, nel caso ci fossero ancora posti disponibili.

Annulla Invia

Scrivi una recensione

Invia

La tua recensione è stata inviata

Recensione

Richiedi la riedizione di questo trek

Invia

Richiesta effettuata