Trek Detail Trek Detail

Diventa socio

Prima di poter partecipare ad un trek devi sottoscrivere l'associazione a Trekking Italia.

Prosegui

Diventa socio

Non sei socio per l'anno di partenza del trek da te scelto.
Prima di poter partecipare al trek devi sottoscrivere l'associazione a Trekking Italia per l'anno di riferimento.

Prosegui

S_M#04: il Sentiero delle voci del mondo

da piazza Duomo al Quartiere Adriano - Progetto Sentieri_Metropolitani

Partenza:
17.03.2018

Già dai tempi di Bonvesin della Riva abitare a Milano non significava esserci nati. Da sempre in questa città si parlano tutti i dialetti d’Italia e tutte le lingue del mondo.

  • Località Italia (Europa)
  • Formato Weekend 2gg
  • Durata 2
  • Voto medio
  • Tipologia Itinerante
  • Categoria Sentieri Metropolitani
  • Livello difficoltà Facile
  • Sezione organizzatrice Lombardia
* leggi le note sulla composizione della quota

Note sulla composizione della quota

la partecipazione è gratuita previa iscrizione al trek. Ma... il progetto ha necessità di camminare con le proprie gambe e quindi bisogno di sostegno. Ecco perché puoi dare il tuo contributo con l’iscrizione a Trekking Italia. L’associazione che, con Fondazione Cariplo, AKU e COOP Lombardia, ha sostenuto da subito il progetto. Per i Soci di Trekking Italia la partecipazione alle prossime iniziative di Sentieri_Metropolitani è gratuita! È possibile iscriversi a SM#04 telefonando in sede o scrivendo a: milano@trekkingitalia.org Essere Soci dell'Associazione permette di: >sostenere il progetto Sentieri_Metropolitani >partecipare a tutte le iniziative proposte da Trekking Italia >ricevere i notiziari associativi >avere copertura assicurativa
  • Stato del trek Svolto
  • Sviluppo percorso Traversata
  • Vettori Mezzo pubblico Locale
  • Tappa media 3:15 h
  • Lunghezza totale 17 km
  • Altitudine massima 138 m s.l.m.
  • Dislivello salita max 65 m
  • Dislivello discesa max 60 m

Note sulla difficoltà

Indossa abbigliamento comodo e scarpe adatte. L'evento si terrà anche in caso di pioggia.

Descrizione

Già dai tempi di Bonvesin della Riva abitare a Milano non significava esserci nati. Da sempre in questa città si parlano tutti i dialetti d’Italia e tutte le lingue del mondo. È una metropoli che, se da una parte

ospita il turista straniero che cerca la raffinatezza della moda italiana, dall’altra ha accolto i figli della diaspora del Corno d’Africa. E oggi, nella strada più multietnica d’Italia, diventa amplificatore delle voci e delle speranze del mondo.

Abbiamo voluto dedicare a questo sentiero due giornate. Il primo giorno partiremo, come sempre, dal cuore simbolico della metropoli, Piazza del Duomo, per giungere in un cortile di via Padova che è simbolo

perfetto di questo crogiuolo di lingue che si parlano nella nostra città. Il giorno seguente, da un altro cuore simbolico di Milano, Piazzale Loreto, ci muoveremo verso nord-est, alla ricerca di lingue, dialetti, memoria, sapori. Avremo come bussola Lacittàintorno il programma triennale di rigenerazione urbana di Fondazione Cariplo, che si propone di sviluppare e migliorare il benessere e la qualità della vita per gli abitanti dei quartieri intorno al centro storico di Milano.

Si ringraziano Fondazione Cariplo, AKU e COOP Lombardia per il sostegno al progetto

Informazioni sul viaggio

  • Andata
  • Sabato 17 marzo, ritrovo dei partecipanti alle ore 09,00 presso il sagrato del Duomo (fermata Metro 1).
  • Ritorno
  • Domenica 18 marzo, da Largo Bigatti rientro dei partecipanti alle proprie sedi (disponibile bus 53 e 56 ).

Equipaggiamento consigliato

  • Borraccia da 1 litro
  • Comodo pantalone lungo
  • Giacca in materiale traspirante ed impermeabile
  • Guanti e cappello in lana o pile
  • Macchina fotografica
  • Zaino giornaliero da 20 - 25 litri

Note

Il programma delle escursioni può subire delle modifiche dovute alla situazione meteorologica o ad altri eventi imprevedibili.

Programma giornaliero

Piazza Duomo - Via Padova 36

Giornata di trek

  • Partenza Piazza Duomo 120 m s.l.m.
  • Arrivo Via Padova 36 124 m s.l.m.
  • Tempo cammino 03:00
  • Lunghezza 7 km
  • Dislivello salita 65 m
  • Dislivello discesa 60 m
  • Altitudine massima 128 m

DESCRIZIONE TAPPA

PUNTI DI ESPERIENZA

1 - QUADRILATERO DELLA MODA E PALAZZO BAGATTI VALSECCHI

Ancora a fine Ottocento il Quadrilatero era un quartiere popolare, fatto di sartine e merlettaie, dove non era raro che galline e oche starnazzassero nei cortili. Qui due fratelli bizzarri, i Bagatti Valsecchi, costruirono il loro palazzo a imitazione di quelli del Rinascimento stimolando artigiani, tappezzieri,

artisti alla raffinatezza e al lusso. Oggi quel palazzo è un gioiello visitabile da chiunque. E in queste vie, oggi, pulsa il cuore del fashion design italiano e globale. Tutto il mondo viene qui per imparare cosa sia il gusto italiano. Si sente parlare russo, inglese, spagnolo, cinese. Ma tutti restano ammaliati dal nostro “italian sounding”.

2 - LAZZARETTO E LA DIASPORA DEL CORNO D’AFRICA

Dell’antico Lazzaretto sono rimaste poche spoglie: una chiesa, qualche campata perimetrale, alcune colonne nascoste dentro un cortile e qualche toponimo a ricordo dei medici che cercarono di fermare il morbo della peste di manzoniana memoria. A fine secolo XIX, Milano decise di abbattere questo quadrilatero sanitario per farne un’operazione di espansione edilizia molto criticata in quegli anni. Nel secondo dopoguerra divenne base della diaspora dal Corno d’Africa: eritrei, etiopi, somali - territori che furono colonie italiane - per ragioni differenti hanno trovato in questo quartiere un naturale punto d’approdo. Al punto che da almeno 40 anni mangiare in qualche ristorante della zona zichinì o ingera non appare strano a nessuno.

3 - PIAZZALE LORETO

Ganglio della mobilità, porta settentrionale, fine della città e inizio della metropoli. Potremmo descrivere in molti modi questo vuoto dedicato alle automobili, difficile persino da attraversare a piedi. Neppure piazza, ma piazzale, date le dimensioni stranianti e la cortina edilizia sfrangiata. Qui una volta c’era un convento di suore, poi la modernità lo ha abbattuto, per trasformarlo in un capolinea di ippovie e successivamente di tram elettrici, per far giungere dalla Brianza gli operai da mandare in fabbrica. Non a caso qui, dopo gli scioperi operai a Sesto San Giovanni, i nazisti fucilarono a morte 15 partigiani; non a caso proprio qui fu esposto il corpo di Mussolini.

4 - CORTILE DI VIA PADOVA 36

Strada simbolo della cultura multietnica di Milano. “Via” e non “Viale” come la chiamano tutti i milanesi che non ci risiedono - quasi a riconoscerle maggiore dignità - via Padova nasce in città (Piazzale Loreto) e muore, dopo oltre quattro chilometri, in piena metropoli. Tutte le lingue, i gusti e i colori del mondo si sono dati appuntamento in questo asse di penetrazione urbano, da sempre votato all’accoglienza e alla contraddizione. Strada con una fama immeritata è in realtà il più avanzato laboratorio di convivenza sociale della città. Al numero 36 la cosa si fa palese: da qualche anno, in questo cortile, famiglie

italiane, extracomunitarie, giovani e anziane, convivono, collaborano, creano comunità. La nostra tappa finale del primo giorno non poteva che inevitabilmente essere questa.

Rientro dei partecipanti alle proprie sedi.

ITINERARIO

Trek: Piazza Duomo, S. Raffaele, S. Carlo al Corso, Montenapoleone, Palestro, Lazzaretto, Jan, Aspromonte, Loreto, via Padova 36

- pranzo con propri viveri

Via Padova 36 - Largo Bigatti

Giornata di trek

  • Partenza Via Padova 36 124 m s.l.m.
  • Arrivo Largo Bigatti 131 m s.l.m.
  • Tempo cammino 03:30
  • Lunghezza 10 km
  • Dislivello salita 60 m
  • Dislivello discesa 60 m
  • Altitudine massima 138 m

DESCRIZIONE TAPPA

Ritrovo dei partecipanti alle ore 9,00 all'angolo tra via Padova e piazzale Loreto.

1. LA CASA DEL SOLE AL PARCO TROTTER

Tra viale Monza e via Padova c’è un parco che prende il nome dalla “Società del Trotter” che costruì in quest’area un ippodromo rimasto in attività dal 1906 al 1924, quando fu spostato presso San Siro, vicino al nuovo galoppatoio dove si trova tuttora. Al suo posto il Comune di Milano vi costruì una scuola per bambini rachitici, gracili e poveri, che venne chiamata Casa del Sole. La scuola, per i metodi sperimentali

adottati con le lezioni all’aria aperta, rappresentò uno straordinario sogno sociale e pedagogico, studiato e imitato in tutto il mondo. Ancora oggi nel parco è presente una scuola che ospita ragazzi di circa 24 nazionalità. La Casa del Sole resta un esempio fra i più riusciti di integrazione urbana. Un laboratorio da imitare ed estendere a tutta la città.

2. I PICCOLI MARTIRI DI GRECO

L’identità di un quartiere può anche passare da una tragedia. Come quella del 20 ottobre 1944, quando 184 bambini, l’intero corpo docente, la direttrice e il personale della scuola elementare “Francesco Crispi” morirono sotto il bombardamento aereo alleato. Finita la guerra un gruppo di clarisse venne da Assisi per fondare un monastero di clausura dedicato a Santa Chiara. Ancora oggi le clarisse pregano per le anime innocenti vittime della guerra. Per non dimenticarne l’assurdità. Di certo non l’hanno fatto gli abitanti di Gorla, molti dei quali parenti delle vittime, che impedirono nel dopoguerra la costruzione di un cinema al posto della scuola e imposero, anzi, di far erigere un monumento a imperitura memoria.

3. LA CURT DE L’AMERICA

Qui, dove via Padova attraversa l’antico comune di Crescenzago, ancora resistono case di ringhiera e testimonianze di storie di immigrazioni ed emigrazioni. Perché il talento di questa strada è lo stesso da secoli: dapprima scesero in città i brianzoli; poi si sentirono parlare tutti i dialetti lombardi e del nord Italia, gente alla ricerca di documenti per emigrare all’estero, in America, a cercare fortuna; successivamente, col boom economico, le lingue parlate sono diventate quelle del sud Italia. Oggi sono

quelle del sud del mondo. La curt de l’America è sempre lì, in via Padova 275. Un po’ più scalcagnata ma sempre pronta ad accogliere i viandanti.

4. CASA DELLA CARITÀ

Fu l’indimenticato Cardinale Carlo Maria Martini ad affidare a don Colmegna quest’edificio, costruito a suo tempo per essere una scuola. Ormai sono 13 anni che la Casa della Carità accoglie chiunque abbia una difficoltà, un bisogno, una necessità. Una vera e propria casa che non vuole dimenticare gli ultimi della città, da ovunque vengano, qualunque siano le loro storie o origini, promuovendo iniziative culturali e formative. Circa tremila ospiti di circa 100 nazionalità, in tutti questi anni, hanno conosciuto qui la Milano migliore: quella col cuore in mano.

5. QUARTIERE ADRIANO

Luogo contraddittorio e sensibile della nuova metropoli, ultimo arrivato come quartiere meneghino, sembra sia nato senza una vera identità, né di classe sociale né di memoria urbana. Eppure gli abitanti più adulti di Crescenzago ricordano la storia industriale di questa immensa area dove, incessante per decenni, la Magneti Marelli ha fatto un pezzo di storia dell’industria nazionale. Così come i più anziani rammentano i rifugi antiaerei. Volendo cercarle, le tracce di questa memoria del Novecento sono ancora presenti. Ma del quartiere è interessante soprattutto sapere come il Comune di Milano e la Fondazione Cariplo vorranno riqualificarlo e rigenerarlo: parchi, scuole, metrovie, e molto altro di nutrimento per le comunità. Il nostro arrivo sarà in largo Bigatti per osservare le prime trasformazioni e le nuove visioni di uno spazio pubblico.

Rientro dei partecipanti alle proprie sedi.

ITINERARIO

Trek: Loreto, Padova, Ex Trotter, Piccoli Martiri, Martesana, piazza Costantino, Casa della Carità, Parco Franca Rame, largo Bigatti e le installazioni de Lacittàintorno

- pranzo con propri viveri

torna su

Trek Live

Scopri i trek che si stanno svolgendo in questo momento

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Per visualizzare questo tipo di trek devi scegliere una sezione

Login Login

Per visualizzare questo contenuto devi effettuare l'accesso

Registrati

Trek aggiunto alla tua wishlist.

Vai alla Wishlist

Trek rimosso dalla tua wishlist.

Vai alla Wishlist

Condividi il Trek con un amico!

Email inviata Correttamente!

Errore nell'invio dell'email!

Invia

Trek aggiunto alla tua wishlist.

Per pubblicare immagini devi accettare la nostra policy

Prosegui

Condividi questo trek via mail

Sentieri innevati nel parco puez-odle
Invia

Richiedi informazioni su questo trek

Invia

Richiesta effettuata

Mi interessa! Tienimi informato


Annulla Invia

Mi interessa! Probabilmente parteciperò

Questo trek è di tuo gradimento? Sei intenzionato a partecipare ma non sei ancora pronto per iscriverti subito? Attraverso questo form puoi farci sapere che ci stai pensando...

Non ti possiamo tuttavia tenere riservato il posto!
I posti rimangono totalmente disponibili agli utenti che procedono con l'iscrizione (online o presso la nostra sede).
Potremo però utilizzare la tua segnalazione per ricordarti il trek o ricontattarti prima della chiusura delle iscrizioni, nel caso ci fossero ancora posti disponibili.

Annulla Invia

Scrivi una recensione

Invia

La tua recensione è stata inviata

Recensione

Richiedi la riedizione di questo trek

Invia

Richiesta effettuata