Trek Detail Trek Detail

Diventa socio

Prima di poter partecipare ad un trek devi sottoscrivere l'associazione a Trekking Italia.

Prosegui

Diventa socio

Non sei socio per l'anno di partenza del trek da te scelto.
Prima di poter partecipare al trek devi sottoscrivere l'associazione a Trekking Italia per l'anno di riferimento.

Prosegui

Napoli da un capo all'altro

Con Sentieri_metropolitani per riscoprire la città

Partenza:
03.10.2018

Riscopriremo una delle città più affascinanti del mondo fra illustri testimonianze di civiltà e incredibile disordine, fra stupendi panorami e sorprendenti angoli segreti.

  • Località Italia (Europa)
  • Formato Grande Trek
  • Durata 4
  • Voto medio
  • Tipologia Residenziale
  • Categoria Trek residenziali
  • Livello difficoltà Facile
  • Sezione organizzatrice Lombardia
  • Stato del trek Anteprima
Mi interessa, tienimi informato
  • Sviluppo percorso Traversata
  • Vettori Funivia, Mezzo pubblico Locale
  • Pernottamento Albergo
  • Tappa media 4:45 h
  • Lunghezza totale 49 km
  • Altitudine massima 269 m s.l.m.
  • Dislivello salita max 210 m
  • Dislivello discesa max 295 m

Descrizione

Attraverseremo Napoli facendo esperienza dei suoi aspetti più vari, compresi quelli meno noti, e dei suoi contrasti sconcertanti e insieme affascinanti: antichi quartieri dove convivono preziosissimi monumenti d'arte, degrado urbano, animata vita popolare ancora tipicamente partenopea e nuove presenze etniche; zone signorili dalle raffinate architetture ottocentesche e novecentesche rallegrate da una lussureggiante vegetazione; panorami stupendi, alcuni notissimi ed altri quasi sconosciuti, che scopriremo percorrendo stradine molto poco frequentate.
Non mancheremo di arrivare ad alcuni luoghi celeberrimi ma mai raggiunti dal turista: Posillipo col panorama e il famoso pino e Marechiaro immortalato dalla canzone.
Comprenderemo le antiche contrapposizioni fra aristocrazia e plebe, caratteristiche dell'eredità culturale di questa città, contemplando singolari antichi viadotti che tuttora dividono l'ambiente urbano in due quartieri situati uno sopra l'altro.
Al margine settentrionale della città sboccheremo sull'altopiano dove ci sorprenderà la magnifica reggia di Capodimonte col suo grande parco; all'estremità orientale faremo la conoscenza del discusso ma compostamente disegnato centro direzionale, inattesa irruzione della modernità non priva del suo fascino; all'estremità occidentale invece saremo soggiogati dallo spettacolo della natura fino a raggiungere un amplissimo panorama su due golfi.

Napoli come non l'abbiamo mai vista!

Informazioni sul viaggio

  • Andata
  • Ritrovo dei partecipanti tra le 9,30 e le 10,00 a Napoli all'angolo tra Piazza Garibaldi e Corso Novara (uscendo dalla stazione subito a destra).
    Per chi parte da Milano si consiglia il treno ICN in partenza da Milano Porta Garibaldi alle ore 23,17 di martedì 2 (treno cuccette) con arrivo a Napoli Stazione Centrale alle ore 9,38 del giorno successivo. Orari da confermare.
  • Ritorno
  • Viaggio di rientro con proprio vettore per Milano o per altre destinazioni.
    Per Milano si consiglia il treno Frecciarossa in partenza da Napoli Centrale alle 18,00 (arrivo a Milano Centrale 22,40). Oppure Italo 18,45 con arrivo a Milano Centrale alle 23,09.
    In alternativa il treno ICN in partenza da Napoli Centrale alle 21,01 con arrivo a Milano Porta Garibaldi alle 7,11 di domenica 7. Orari da confermare.

Equipaggiamento consigliato

  • Comodo pantalone lungo
  • Guanti e cappello in lana o pile
  • Mantella antipioggia
  • Tessera sanitaria (E-111)

Clima a temperatura

Napoli gode di un clima tipicamente mediterraneo, con inverni miti e piovosi e estati calde e secche, ma comunque rinfrescate dalla brezza marina che raramente manca sul suo golfo. Il sole splende mediamente per 250 giorni l'anno. In caso di vento, nel mese di ottobre, può fare freddo.

Note su sanità

Nessun trattamento sanitario preventivo è richiesto e non ci sono accortezze particolari a cui attenersi.
I partecipanti provvedano ai medicinali di uso personale, ad una cura preventiva dei piedi.

Note

I soci partecipanti saranno equipaggiati con uno zaino 35/40 lt. che contiene il necessario al soggiorno.
Il viaggio per Napoli è a carico dei soci partecipanti che potranno usufruire delle offerte del mercato.
Il programma delle escursioni può subire delle modifiche dovute alla situazione meteorologica o ad altri eventi imprevedibili. L'Associazione non è responsabile di variazioni e ritardi dei vettori durante il viaggio.

Programma giornaliero

Centro Direzionale - Corso Vittorio Emanuele

Giornata di trek

  • Partenza Centro Direzionale 22 m s.l.m.
  • Arrivo Corso Vittorio Emanuele 89 m s.l.m.
  • Tempo cammino 05:30
  • Lunghezza 14 km
  • Dislivello salita 127 m
  • Dislivello discesa 60 m
  • Altitudine massima 89 m

DESCRIZIONE TAPPA

Arrivo a Napoli, deposito bagagli in albergo e trasferimento in bus pubblico per il Centro Direzionale.

TRAVERSATA N. 1 EST - OVEST (1ª PARTE)

Si inizia dal centro direzionale dell'architetto Kenzo Tange, inaspettato scenario da downtown americana sorto negli anni '80 - '90. Segue subito il popolare quartiere ottocentesco di Vicaria, dal disegno urbano accurato e scenografico. Superata la grandiosa piazza della stazione, entriamo nella città vecchia per Porta Nolana e percorriamo il quartiere Mercato, dove la verace napoletanità si sta oggi mescolando con la nuova immigrazione. Attraversato l'ampio rettifilo del corso Umberto I, sventramento ottocentesco, e superato il celebre rione di Forcella, zigzagando per strette strade fra i decumani, notiamo come a Napoli convivano insigni palazzi e chiese gotiche e barocche, i famosi "bassi", e bottegucce artigianali e alimentari assai caratteristiche. Usciamo dalla città medievale per Port'Alba e sfociamo nell'arioso Foro Carolino, oggi piazza Dante, ordinato al Vanvitelli da Re Carlo III. Qui inizia Via Toledo, aristocratica per i suoi palazzi e frequentatissima per i negozi e i locali di ristoro inconfondibilmente napoletani. Dopo avere deviato per Via Pignasecca, dalla spontanea vivacità popolare, e per i singolari Quartieri Spagnoli, piccolissimi isolati di forma quadrata, sbocchiamo nel luminoso Foro Ferdinandeo (da Ferdinando I), oggi Piazza del Plebiscito; all'angolo con Via Chiaia, il passeggio preferito dei Napoletani, sta uno dei caffè più belli d'Italia, il Gambrinus. Percorso un tratto della Via Chiaia, la sovrappassiamo per un cavalcavia barocco. Siamo sulla silenziosa collina di Pizzofalcone, dove i Greci fondarono Partenope prima di aggiungervi in piano la "città nuova", Neàpolis. Quindi scendiamo in via S.Lucia, antico lungomare celebrato dalle canzoni; ma i lungomari attuali, collocati lungo la moderna linea di costa, più avanzata, sono altrettanto belli. Li raggiungiamo per goderci la vista del Castel dell'Ovo; poi la serie delle strade più eleganti della città, Via Filangieri e Via dei Mille, ricche di bei negozi e case liberty, ci conduce al verde quartiere Amedeo, che fra villini d'epoca sale al Corso Vittorio Emanuele.

Ritorno all'albergo con funicolare e metropolitana, sistemazione e cena libera.

ITINERARIO

Trek: Centro Direzionale (22 m), Vicaria, Porta Nolana, Forcella, Duomo, Piazza Dante, Via Pignasecca, Via Toledo, Quartieri Spagnoli, Piazza del Plebiscito, Via Chiaia, Pizzofalcone, Via Partenope, Via dei Mille, Piazza Amedeo, Via del Parco Margherita, Corso Vittorio Emanuele (89 m)

- pranzo con propri viveri

Piazza Amedeo - Parco di Posillipo

Giornata di trek

  • Partenza Piazza Amedeo 38 m s.l.m.
  • Arrivo Parco di Posillipo 140 m s.l.m.
  • Tempo cammino 05:30
  • Lunghezza 13 km
  • Dislivello salita 210 m
  • Dislivello discesa 108 m
  • Altitudine massima 140 m

DESCRIZIONE TAPPA

Colazione. Trasferimento in metropolitana alla fermata Amedeo.

TRAVERSATA N. 1 EST - OVEST (2ª PARTE)

Da piazza Amedeo si scende verso il mare attraversando l'antico sobborgo di Chiaia. Si sbocca sulla Riviera omonima, un tempo in riva al mare, con una schiera di palazzi nobiliari che dal '600 all'800 hanno sostituito le case dei pescatori. Oggi al posto della spiaggia vi è il bel giardino pubblico detto Villa Reale, poi Nazionale e ora Comunale; segue un quartiere altoborghese del primo '900 innervato dal solenne e alberato viale Elena, oggi Gramsci, che conduce alla chiesa di S. Maria di Piedigrotta, resa celebre da un'antica festa religiosa e popolare che ha fatto fiorire la canzone napoletana. Siamo ora davanti alla collina di Posillipo, su cui saliamo grazie a una rampa fatta costruire nel '600 da un viceré spagnolo, per ammirare il panorama della città dalla chiesina di S. Antonio. Dopo che una funicolare ci ha riportato giù al mare davanti all'insenatura di Mergellina, ci attende la strada costiera voluta da re Gioacchino Murat, Via di Posillipo, che in km 4,5 ci fa salire di 100 metri offrendo viste sul mare, su sontuose ville di epoche diverse e su una vegetazione lussureggiante, ma anche su certi modi un po' disinvolti di far rendere economicamente i terreni. Giunti al Quadrivio del Capo, scendiamo al mare al villaggio di Marechiaro con la "finestra" citata dalla canzone. Poco dopo il Quadrivio è l'ingresso al Parco di Posillipo, realizzato in epoca fascista come Parco della Rimembranza, che termina sulla sommità del Capo di Coroglio; qui è sistemato un grande belvedere sui due golfi, di Napoli e di Pozzuoli, e sulla fronteggiante isola di Nisida; da vialetti secondari il Parco offre poi viste sorprendenti su pareti di tufo a strapiombo sul mare e su cale pittoresche. Affacciata su una di queste è la romana villa Pausìlypon, di cui vediamo dall'alto i ruderi: il nome, greco, significa "che fa cessare il dolore".

Ritorno all'albergo con autobus e metropolitana, cena libera.

ITINERARIO

Trek: Piazza Amedeo (38 m), Riviera di Chiaia, Villa Comunale, Piedigrotta, S.Antonio a Posillipo, Via di Posillipo, Marechiaro, Parco di Posillipo (140 m)

- pranzo con propri viveri

Ospedale Cardarelli - Piazza del Municipio

Giornata di trek

  • Partenza Ospedale Cardarelli 269 m s.l.m.
  • Arrivo Piazza del Municipio 5 m s.l.m.
  • Tempo cammino 04:00
  • Lunghezza 12 km
  • Dislivello salita 130 m
  • Dislivello discesa 295 m
  • Altitudine massima 269 m

DESCRIZIONE TAPPA

Colazione e trasferimento in metropolitana a Piazza Cavour e da lì alla fermata Policlinico.

TRAVERSATA N. 2 NORD - SUD

Dalla Piazza Cavour all'ingresso dell'Ospedale Cardarelli sono ben 200 metri di dislivello, che la linea 1 della metropolitana ci fa superare con un ardito percorso elicoidale nelle viscere della collina del Vomero attraverso otto stazioni. L'ospedale più grande del Mezzogiorno, aperto al panorama sulla città e sul Vesuvio, è il punto di partenza per una discesa attraverso il Vomero fino al mare nella quale percorriamo vecchie strade anteriori all'urbanizzazione della zona, realizzata a partire dalla fine dell'800. Scopriamo così gli antichi villaggetti di Due Porte, Arenella, Antignano e Vomero, piccole isole quasi sommerse dai grandi quartieri della città moderna: Rione Alto, Arenella e Vomero. Panorami ampi e diversi sulla città si aprono improvvisamente dalla Villa Floridiana e dalla Certosa di S. Martino. Per un ripido e solitario viottolo medievale scendiamo al corso Vittorio Emanuele che ci offre sorprendenti vedute aeree di Spaccanapoli e dei Quartieri Spagnoli; ancora per antichi tracciati si scende verso il mare attraversando il rione delle Mortelle e salita Vetriera, interessanti ambienti popolarissimi curiosamente a ridosso della lussuosa via dei Mille. Invece di percorrere questa, ci addentriamo nella vecchia Chiaia per il parallelo vico della Cavallerizza, stretto e oscuro ma di vivace ed elegante frequentazione. Sboccati nell'aulica piazza dei Martiri e intrapresa la salita alla collina di Pizzofalcone, ci troviamo all'improvviso avviluppati in una rete intricata di vicoli poverissimi: è la zona del Pallonetto di S. Lucia, un tempo alta a dominio del mare e abitata da pescatori quando la sottostante via S. Lucia era il pittoresco lungomare della città. Questa strada verso sinistra ci conduce in vista del fianco imponente del Palazzo Reale, che campeggia sopra l'area dell'antico arsenale acqueo, oggi giardino pubblico. Non ci resta ora che attraversare i luoghi più rappresentativi dell'attuale centro della città: piazza del Plebiscito, Via S. Carlo con l'omonimo famoso teatro e l'ingresso della Galleria Umberto, e infine la veduta grandiosa del Maschio Angioino davanti alla Piazza del Municipio aperta sulla Stazione Marittima.

Ritorno all'albergo col tram, cena libera.

ITINERARIO

Trek: Ospedale Cardarelli (269 m), cupa Gerolomini alle Due Porte, Piazza Medaglie d'oro, Villa Floridiana, Piazza Vanvitelli, Certosa di S. Martino, Via Pedamentina S. Martino, salita Vetriera (in discesa), Vico della Cavallerizza, Vico storto Pallonetto a S. Lucia, Piazza del Plebiscito, Piazza del Municipio (5 m)

- pranzo con propri viveri

Porta S. Gennaro - Porta Capuana

Giornata di trek

  • Partenza Porta S. Gennaro 47 m s.l.m.
  • Arrivo Porta Capuana 21 m s.l.m.
  • Tempo cammino 04:00
  • Lunghezza 10 km
  • Dislivello salita 105 m
  • Dislivello discesa 130 m
  • Altitudine massima 50 m

DESCRIZIONE TAPPA

Colazione e trasferimento in metropolitana alla fermata Cavour.

ANELLO DI CAPODIMONTE

Oggi saliamo sul colle di Capodimonte, celebre per la reggia borbonica, il grande parco e l'illustre fabbrica di porcellane, voluti da Carlo III. Invece d'imboccare la via più breve, costruita ai primi dell'800 da Gioacchino Murat con un rettilineo che supera con pendenza costante il dislivello mediante sbancamenti e viadotti, useremo in parte il ripido e tortuoso percorso preesistente, che attraversa storici quartieri rimasti emarginati in seguito alla realizzazione di quella grande opera. Da Porta S. Gennaro percorriamo la larga via dei Vergini, dalle bellissime architetture barocche e insieme chiassosa per il popolare mercato; proseguendo ci addentriamo nel rione Sanità, immortalato da una commedia di De Filippo, già edificato nel '600 come il borgo di Chiaia. L'espansione della città fuori le mura la portò a diventare a quell'epoca la quarta città d'Europa, con quasi 400.000 abitanti. Sopra di noi appare il viadotto murattiano: lassù e quaggiù sono due mondi diversi. Raggiunto l'antico Ospedale di S. Gennaro dei Poveri, tuttora funzionante, saliamo alla strada ottocentesca per Capodimonte, chiamata da Murat corso Napoleone e oggi Amedeo di Savoia. Attraversato il borgo di Capodimonte entriamo nell'omonimo parco, dove ammiriamo la prospettiva geometrica, la settecentesca palazzina dell'originaria fabbrica di porcellane e il sontuoso Palazzo di Capodimonte, residenza estiva dei sovrani e sede della celebre pinacoteca. Usciti dal parco per un'altra porta, ci avviamo a scendere ripidamente lungo il tracciato preottocentesco, ma presto deviamo per attraversare una solitaria zona non edificata, il colle di Miradois, che offre un panorama di Napoli oggi sconosciuto ma dipinto in vedute sette e ottocentesche. Attraverso il popolare rione anch'esso extramurale dei Miracoli, dai vicoli a gradini, scendiamo all'enorme Albergo dei Poveri voluto da Carlo III. Ci attende un ultimo antico sobborgo: quello innervato dalla lunga via S. Antonio Abate, anch'essa animata da popolari commerci e ornata di chiese monumentali, che ci conduce alla porta urbica più bella della città: Porta Capuana, opera aragonese del Rinascimento.

Ritorno a piedi all'albergo, ritiro dei bagagli e rientro alle proprie sedi.

ITINERARIO

Trek: Porta S. Gennaro (47 m), Via dei Vergini, Via della Sanità, cavone S. Gennaro dei Poveri, tondo di Capodimonte, Porta Piccola, Parco di Capodimonte, Porta Grande, Via S. Antonio a Capodimonte, salita Moiariello (in discesa), Via Foria, Piazza Carlo III, Via S. Antonio Abate, Porta Capuana (21 m)

- pranzo con propri viveri

torna su

Trek Live

Scopri i trek che si stanno svolgendo in questo momento

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Trek Scuola

Camminando con Marco Polo

Categoria Arte e Storia
Partenza 10.5.2016
Sezione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

  • Durata 1 GIORNI
  • Livello di difficoltà Facile
  • Stato del trek
  • Quota di partecipazione da € a €
Confronta Aggiungi ai preferiti 3

Per visualizzare questo tipo di trek devi scegliere una sezione

Login Login

Per visualizzare questo contenuto devi effettuare l'accesso

Registrati

Trek aggiunto alla tua wishlist.

Vai alla Wishlist

Trek rimosso dalla tua wishlist.

Vai alla Wishlist

Condividi il Trek con un amico!

Email inviata Correttamente!

Errore nell'invio dell'email!

Invia

Trek aggiunto alla tua wishlist.

Per pubblicare immagini devi accettare la nostra policy

Prosegui

Condividi questo trek via mail

Sentieri innevati nel parco puez-odle
Invia

Richiedi informazioni su questo trek

Invia

Richiesta effettuata

Mi interessa! Tienimi informato


Annulla Invia

Mi interessa! Probabilmente parteciperò

Questo trek è di tuo gradimento? Sei intenzionato a partecipare ma non sei ancora pronto per iscriverti subito? Attraverso questo form puoi farci sapere che ci stai pensando...

Non ti possiamo tuttavia tenere riservato il posto!
I posti rimangono totalmente disponibili agli utenti che procedono con l'iscrizione (online o presso la nostra sede).
Potremo però utilizzare la tua segnalazione per ricordarti il trek o ricontattarti prima della chiusura delle iscrizioni, nel caso ci fossero ancora posti disponibili.

Annulla Invia

Scrivi una recensione

Invia

La tua recensione è stata inviata

Recensione

Richiedi la riedizione di questo trek

Invia

Richiesta effettuata