• SCARPONI E CALZE

Scarponi e calze da trekking sono spesso snobbati, eppure sono i più affidabili per camminare: i soli che garantiscano maggior sicurezza sui sentieri, minor affaticamento al cammino e cura ai nostri piedi. E' tuttavia di particolare importanza allacciare le stringhe adeguatamente in modo che piede-scarpa costituiscano un "corpo unico": l'inosservanza di tale raccomandazione è spesso causa di slogature, lussazioni e cadute. Lo scarpone da trekking è più alto di una normale calzatura e quindi consente di proteggere la caviglia da possibili distorsioni. Nel caso acquistiate degli scarponi è consigliabile calzarli qualche giorno prima dell'escursione in modo tale da abituare il piede alla loro forma. Ascoltatevi i piedi! Al manifestarsi di attriti e rossori della pelle conviene intervenire con immediatezza, ponendo cerotti di tela sul punto interessato. Un buon paio di calze da trekking evita di solito queste spiacevoli sorprese: sono tessute con differenti spessori per proteggere le parti del piede più esposte e sensibili.

  • ZAINO

Oggi esistono molti tipi di zaino. La differenza tra loro riguarda il materiale e il costo, ma soprattutto la capienza: questa dipende dalla quantità di equipaggiamento e dai giorni necessari per affrontare un trek. Per i trek di uno o due giorni riteniamo adatto lo zaino che i ragazzi utilizzano normalmente per recarsi a scuola; per i trek itineranti di più di due giorni conviene invece attrezzarsi con uno zaino adatto per non affaticare eccessivamente il corpo. Se acquistate uno zaino conviene rivolgervi a negozi specializzati: sappiate che esistono modelli da donna e da uomo. Dopo averlo indossato, verificate la misura in modo tale che l'allacciatura ventrale aderisca bene al bacino. Lo zaino va preparato con cura separando in sacchetti di plastica gli indumenti, il cibo, gli oggetti. Limitatevi all'essenziale portando con voi le cose strettamente utili al trekking! Durante il trek lo zaino deve appoggiare bene sulle spalle e aderire correttamente alla schiena: uno zaino pesante o penzolante è spesso motivo di affaticamento e di sofferenza durante l'escursione. Non utilizzate i sacchi a tracolla perché sono scomodi, poco capienti e possono causare la perdita di equilibrio.

  • BASTONI DA TREKKING

Un tempo non ci credeva nessuno, ma è provato che i bastoni da trekking sono veramente utili per camminare in montagna. Permettono di scaricare il peso dello zaino e del corpo su quattro punti, invece che due, migliorano la sicurezza in discesa e fanno risparmiare il 30% della fatica. Permettono inoltre di coinvolgere nell'esercizio fisico anche gli arti superiori: infatti sui bastoni da trekking si può eseguire lo sforzo per la progressione in salita con beneficio per pettorali, deltoidi e bicipiti.  Si trovano in tante versioni: telescopici, a due o tre segmenti, fissi. I migliori sono quelli a tre segmenti, con la punta in vidiam, perché si possono ritirare sullo zaino quando non servono. Attenzione alle punte: possono essere pericolose, specie quando riponiamo i bastoni nello zaino. Copriamole con gli appositi tappi e, se leghiamo i bastoni all'esterno dello zaino, facciamolo con le punte rivolte verso il basso.